Bando libri di Testo 2024/2025

Bando libri di Testo 2024/2025

Data :

18 giugno 2024

Bando libri di Testo 2024/2025
Municipium

Descrizione

 La Regione Lazio con circolare applicativa D.G.R  Lazio n. G07590 del 10.06.2024 nell’ambito delle politiche in favore delle famiglie meno abbienti, per garantire il diritto – dovere allo studio, ha previsto per l’Anno scolastico 2024/2025 interventi a sostegno della spesa che le famiglie affrontano per l’istruzione dei propri figli quale la L’art. 27 della Legge 23.12.98, n. 448, prevede che i Comuni provvedano a garantire la gratuità, totale o parziale, dei libri di testo ed inoltre dei dizionari, libri di lettura scolastici, sussidi didattici digitali o notebook in favore degli alunni che adempiono l'obbligo scolastico e del 3°, 4° e 5° anno delle scuola superiore di II grado in possesso dei requisiti richiesti, nonché alla fornitura di libri di testo da dare anche in comodato d’uso, agli studenti della scuola secondaria superiore di I e II grado in possesso dei requisiti richiesti.

 

In applicazione di ciò  si rende  noto, che il Comune di Montebuono assegnerà contributi su fondi  erogati dalla Regione Lazio, per l’anno scolastico 2024/2025 presso gli istituti di istruzione secondaria di I^ e II^ grado, statali e paritari.

 

Le domande potranno essere presentate dai genitori degli alunni, se minorenni, o dagli studenti stessi, se maggiorenni, allegando copia del documento d’identità in corso di validità, attestazione ISEE del nucleo familiare dello studente.

Municipium

Allegati

bando libri di testo 2024 2025 comune di montebuono
allegato a linee guida 2024_25
DET.N. G07590-10-06-2024
DD-G08772-ALLEGATOC -Richiesta-libri.docx NUOVO
Municipium

Contenuti correlati

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot